Eventi

Aprile 2019
LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabatoDomenica
       
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

April

04.04.2019 9:00

Conferenza stampa - Programma di miglioramento genetico del melo: il Centro di Sperimentazione Laimburg consegna i risultati ai frutticoltori altoatesini

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg

Nella conferenza stampa di giovedì 4 aprile 2019, alle ore 9.00, il Centro di Sperimentazione Laimburg informerà sugli ultimi risultati del proprio programma di miglioramento genetico del melo.

15.04.2019 16:00

Internet degli oggetti – Introduzione e prospettive

Luogo: Aula Magna Centro di Sperimentazione Laimburg

Referente: Roland Burger, esperta IT e consulente presso Alperia AG Programma: Introduzione Sensori, attuatori, IoT Edge Gateways Introduzione a LoRaWAN 5G e prospettiva Descrizione tecnica “Smart Land” Questions and answers

Mai

09.05.2019 9:30

Conferenza stampa - Ricerca sugli “scopazzi del melo” al Centro di Sperimentazione Laimburg: risultati e prospettive

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg

La malattia infettiva nota come “scopazzi del melo” colpisce i frutteti e reca danni significativi. Infatti, essa porta alla crescita di frutti piccoli non commercializzabili e gli alberi infetti devono essere rimossi immediatamente. L’ultima ondata di questa malattia in Alto Adige ha raggiunto il suo picco nel 2013, con rispettive grandi perdite nel raccolto. Da alcuni anni, in collaborazione con il Centro di Consulenza per la fruttiviticoltura dell’Alto Adige e la Fondazione Edmund Mach (TN), il Centro di Sperimentazione Laimburg ha eseguito diverse ricerche a raggiunto dei risultati, che hanno avuto anche riconoscimento internazionale. Terminati i progetti di ricerca APPL2.0 e APPLClust, il Centro Laimburg trasmette in occasione della conferenza stampa lo stato dell’arte della ricerca sugli scopazzi del melo e le prospettive di come continueranno le sperimentazioni in tal senso.

10.05.2019 11:00

Tecnologie e infrastrutture per la Ricerca a sostegno della trasformazione digitale nel settore agro-alimentare

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg - Aula Magna

In questo seminario Roberto Monsorno presenterà il Center for Sensing Solutions e presenterà la piattaforma tecnologica in cui tutte le informazioni sono raccolte, organizzate, elaborate e distribuite. Le principali sfide sono dovute all’eterogeneità, alle dimensioni e alla varietà dei dati. Nella seconda parte del seminario Abraham Mejia-Aguilar descriverà l’esperienza quinquennale nel campo del monitoraggio della vegetazione, in particolare per i prati e pascoli montani e nei meleti. Introdurrà le potenzialità e i risultati ottenuti utilizzando diversi sensori e piattaforme (iperspettrale, termica, UAV, Cosmic Ray, reti di sensori) evidenziando le opportunità ed i possibili limiti per il prossimo futuro.

22.05.2019 10:00

Progetto “Smart Land” – irrigazione efficiente di terreni agricoli grazie a nuove tecnologie

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg

Nella conferenza stampa di mercoledì 22 maggio 2019 alle ore 10, Alperia, il Centro di Sperimentazione Laimburg e il Centro di Consulenza per la fruttiviticoltura dell’Alto Adige presentano il progetto congiunto "Smart Land", incentrato sull’irrigazione efficiente e sostenibile di frutteti e vigneti.

27.05.2019 10:00

I giovani e la spettrometria di massa

Il 7th MS J-Day, “I giovani e la spettrometria di massa” è un evento dedicato interamente ai giovani che ha come filo conduttore la spettrometria di massa e le sue molteplici applicazioni in vari ambiti. Rivolta a giovani ricercatori, assegnisti, dottorandi e studenti che lavorano con la spettrometria di massa o vogliono avvicinarsi a tale mondo, la giornata di studio, organizzata in comunicazioni orali e poster, è un’occasione importante per incontrarsi, conoscersi, scambiare idee, presentare il proprio lavoro e conoscere le recenti innovazioni e gli sviluppi tecnologici, metodologici e strumentali della spettrometria di massa. L’evento si svolgerà presso il NOI Techpark a Bolzano. L’iscrizione è gratuita e il Termine ultimo per l’invio degli Abstract è il 30 aprile 2019. Maggiori informazioni su: http://www.spettrometriadimassa.it/Congressi/7MSJDay/index.html

29.05.2019 11:00

Alla scoperta della qualità del Pinot Bianco

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg - Aula Magna

Il Pinot bianco dell’Alto Adige si distingue da sempre per le sue note fruttato-fresche ed una spiccata acidità. Tuttavia, il cambiamento climatico, osservato anche nella nostra regione, influenza la fisiologia della vite, la composizione dell’uva e la conseguente qualità del prodotto finale, il vino, incidendo negativamente sulla stilistica e sulla tipicità del Pinot bianco altoatesino. Il progetto “PinotBlanc”, pianificato su tre livelli interconnessi: agronomico, enologico e chimico, si pone l’obiettivo di comprendere gli effetti negativi del cambiamento climatico sulla stilistica del Pinot bianco altoatesino tramite la caratterizzazione della sua composizione chimica. Inoltre, lo studio dei fattori climatici, agronomici ed enologici che influenzano la stilistica del vino consentirà di proporre strategie alternative per mantenere ed incrementare la qualità del Pinot bianco in Alto Adige. Verranno quindi presentati i primi risultati del progetto.

Juni

13.06.2019 8:30

Giornata della Tecnica in viticoltura

Luogo: Centro di Sperimentazione Laimburg

21.06.2019 11:00

Viticoltura montana e Piwi: un caso studio della Val di Fiemme

Luogo: Aula Magna - Centro di Sperimentazione Laimburg

Il cambiamento climatico in atto negli ultimi decenni impone al viticoltore di spostarsi a quote di coltivazione sempre piú elevate, al fine di preservare le caratteristiche aromatiche e le aciditá delle uve e quindi dei vini. Risulta essere molto importante quindi la scelta di varietá che consentano la coltivazione a quote medio-alte. Negli ultimi anni si é assistito ad un sempre maggiore interesse verso le varietá di vite resistenti alle principali crittogame (Piwi- Sorten). Si tratta di incroci interspecifici il cui obiettivo é quello di conferire caratteri di resistenza a Peronospora e Oidio, mantenendo pressoché inalterate le qualitá organolettiche tipiche della Vitis vinifera. Al fine di testare la capacitá di adattamento di alcuni di questi vitigni ad un ambiente di montagna, é stato messo a dimora un impianto pilota in Valle di Fiemme, a 1000 metri di altitudine, e quest’anno ne sono state vinificate le prime uve.